Spettacoli

Sorelle Materassi
di Aldo Palazzeschi, regia di Neri Pollastri. Il capolavoro di Palazzeschi, reso noto al grande pubblico da uno sceneggiato che ha fatto la storia della Rai TV, viene qui rappresentato concentrandosi su alcune parti essenziali caratterizzate dal forte impatto scenico che ne esalta gli aspetti drammaturgici.

Sinceramente bugiardi
tratto da Relatively Speaking di Alan Ayckbourn, è la storia di due coppie – disincantata l’una, acerba l’altra – con terzo incomodo, le cui vicende si incontrano e si intrecciano attraverso l’equivoco, le bugie ed i sotterfugi. L’esilarante comicità di marca anglosassone non nasconde lo sguardo lucido e graffiante dell’autore sulla middle class novecentesca inglese ed i suoi stereotipi.

Sarto per signora
di George Feydeau, classica commedia comica degli equivoci, che trae linfa vitale da tradimenti ed ingenuità, dove le coincidenze catastrofiche, le incomprensioni, le false scoperte disegnano congegni comici assurdi e tragici al tempo stesso e che evidenziano impietosamente il vuoto di valori della società borghese della Francia fine ‘800, fondata a giudizio dell’autore, sulla mera apparenza.

I’ terno a i’ lotto
di Antonella Zucchini, commedia brillantissima in fiorentino, riproduce una tipica famiglia piccolo borghese fiorentina primi ‘900. La perdita della cognizione dell’identità, da parte del capofamiglia, conduce quest’ultimo ad uno sguardo analitico sulla sua situazione e su tutti i suoi familiari e sodali. Attraverso un’intricata vicenda, infine fortunata, l’intera famiglia troverà felicità e serenità.

Le avventure del cavaliere Don Chisciotte
Questo spettacolo originale della Corte del Bardo, solo ispirato al Don Chisciotte di Cervantes, propone la figura del mitico “cavaliere” della Mancia attraverso le sue vicende più note, inserite nella cornice surreale che il “bravo narratore”, con gli strumenti della commedia dell’arte, saprà creare, come per esempio l’irruzione sulla scena del leggendario… Zorro! Spettacolo scoppiettante che suscita interesse ed entusiasmo nei piccoli spettatori, ma che al tempo stesso li introduce con leggerezza a uno dei più celebri testi della letteratura internazionale di tutti i tempi.

Andy e Norman
Brillantissima pièce di Neil Simon plurirappresentata, è la tipica storia di un “triangolo”, due amici inglesi e la giovane, “americanissima” vicina di casa. La commedia è tutta giocata sull’humor surreale, gli equivoci, il sarcasmo. I falling in love, i fraintesi, i litigi fra lo stralunato scrittore Norman, il pragmaticamente cinico impresario Andy e la sportiva e patriota Sophie si prestano tanto a una fruizione immediata e leggera, quanto a letture più meditate e attente ai dettagli artistici della messa in scena.

EVENTO OUT: Senza titolo
Da un Laboratorio con alcuni allievi provenienti dal Progetto didattico di APPARIZIONI TEATRO nasce “Senza Titolo”, spettacolo liberamente tratto da un’opera di Bertolt Brecht: “Teste Tonde e Teste a Punta”. Sotto la direzione del Regista Alessandro Becherucci, gli otto Attori rapiti dallo “straniamento” brechtiano, con il preciso intento, mutuato dall’esperienza del drammaturgo tedesco, di educare e denunciare, contagiati dall’intensità di un Teatro a tinte forti, quello sgorgato dal genio di Kantor, si vestono dei panni del “pubblico pagante” ed assistono da “inconsapevoli carnefici” all’inganno messo in atto dallo stanco Viceré, delineando in tal modo una storia di incredibile attualità socio-politica.